Rompere le regole - FOTO RIETI di Daniel Rusnac

Foto Rieti
“ Se sapessi come
si fa una buona
fotografia,
la farei sempre.”
Robert Doisneau
Vai ai contenuti

Menu principale:

Rompere le regole

ABC fotografico
  • Quando va bene rompere le regole della fotografia

Abbiamo speso così tanto tempo a parlare di ciò che si dovrebbe e non dovrebbe fare nella fotografia che spesso dimentichiamo che c'è un tempo e un luogo per poter infrangere le regole. Avete sentito parlare della regola dei terzi , ma lo sapevate che va bene per rompere una volta ogni tanto? O che cosa ci crea l'ipotesi che il soggetto deve essere sempre a fuoco ? Infatti ,in questo articolo parleremo di alcune regole molto utili nel campo della fotografia e quando va bene romperle. A volte si può ottenere una foto migliore o una interpretazione più interessante di una scena quando si decide di rinunciare consapevolmente ad alcune convenzioni base.

  • Mantenere il soggetto a fuoco

Sappiamo che abbiamo sempre avuto modo di concentrarci sul soggetto e attirare l'attenzione su una particolare caratteristica di se. La maggior parte del tempo, questo ci dà un risultato molto desiderabile. Si ottengono foto nitide e pulite in cui la faccia amica è al centro dell'attenzione al posto del forno a microonde che sta dietro di lui.Ma vale la pena fare un po' di sperimentazione e provare a lasciare il soggetto principale fuori fuoco. Vi potete concentrare su qualche altro elemento della scena, forse il bordo di una tastiera, una penna su un cappello, o le parole in un libro aperto. Queste foto possono essere interpretate in tutti i modi, ecco perché è così divertente e vale la pena provarci.Provate concentrandovi su fiocchi di neve cadenti, gocce di pioggia in una finestra, insetti in primo piano. Non sto dicendo che avrete sempre un risultato interessante, ma cercate di provare quando siete annoiati dell’assunzione di "scatti standard".

  • La regola dei terzi revisionata

È interessante notare che vi sono alcune situazioni in cui in realtà è meglio avere un soggetto perfettamente centrato. Quando sarebbe? È possibile interrompere la regola dei terzi, quando hai a che fare con un soggetto che è veramente simmetrico. In normali fotografie con soggetto  centrato, i tuoi occhi vanno immediatamente verso di lui, ma quando il soggetto è simmetrico, i tuoi occhi hanno anche il tempo di notare le somiglianze e le differenze in ciò che si vede. Il risultato finale? La tua immagine ha un fascino ipnotico e indimenticabile . E ' bene rompere la regola dei terzi anche quando siete vicini al soggetto. Quando questo accade, il visualizzatore viene così tanto coinvolto nell'inquadratura che la composizione non importa molto. In quel momento ha più a che fare con la creazione di teatro che seguire le regole.

  • Sovraesporre e sottoesporre per un effetto più drammatico

Chi dice che avete ottenuto l'esposizione corretta per tutto il tempo? A volte la sovraesposizione o la sottoesposizione possono rendere le immagini più interessanti. Tutto dipende da quello che si sta girando. I seguenti sono alcuni esempi:Sovraesporre l'immagine (o lasciando più luce del solito) funziona bene quando si sta tentando di ammorbidire il soggetto. Ecco perché molti fotografi volutamente sovraespongo  quando sono a scattare foto di modelle per riviste. Hanno anche tendenza di sovraesporre quando scattano foto dei loro bambini o animali domestici preferiti. Ecco una regola fondamentale. Se è morbido e tenero. Come si fa a sovraesporre? Impostare la compensazione dell'esposizione su un numero positivo.Al contrario, si vogliono  sottoesporre  le immagini (lasciano entrare meno luce del solito) quando si desidera creare ombre più definite. E 'la tecnica perfetta quando si lavora con sagome. Il soggetto principale non avrà abbastanza luce, ma sarete in grado di vedere tutti i colori brillanti sullo sfondo. Se si è scattato al tramonto, l'effetto è molto più drammatico.

  • Non infrangere tutte le regole

Non sto dicendo che questo si applica a tutti della fotografia, ma quando si rompe una regola, di solito seguono altri 5. Le regole non sono rigide. Loro non sono lì per limitare la vostra creatività. Tutte le regole fotografiche sono "regole del pollice". Abbiamo letto di loro perché hanno lavorato così bene per i fotografi non solo del  passato. È possibile interromperle una alla volta, ma raramente le vorrei spezzare tutte in una volta… e in quei momenti diventerai un fuorilegge nel mondo della fotografia.



© Fotorieti 2017  Tutti i diritti riservati




I contenuti di questo sito (testi, immagini ecc...) sono di proprietà intellettuale di FotoRieti e sono soggetti a ''Riproduzione Riservata'';quindi è vietata, ai sensi della Legge 633/41, la riproduzione anche parziale senza l'esplicita autorizzazione dell'autore.
Daniel R.
info@fotorieti.it
+39 3331325995
Torna ai contenuti | Torna al menu