P/S/A/M - FOTO RIETI di Daniel Rusnac

“ Se sapessi come
si fa una buona
fotografia,
la farei sempre.”
Robert Doisneau
Foto Rieti
Vai ai contenuti

P/S/A/M

ABC fotografico
Molte fotocamere digitali compatte offrono la scelta fra diverse modalità di ripresa. Questo articolo cerca di chiarire l'uso e le funzioni delle modalità P/A/S/M.

La sigla significa:  P = Program , A = Aperture Priority , S = Shutter Priority , M = Manual.

  • Modalità Programma (P)
La modalità Programma è molto simile alla modalità Auto, tanto che alcuni costruttori usano i due termini in modo intercambiabile. Ambedue lasciano alla camera la scelta dell'apertura del diaframma e della  velocità dell'otturatore, però la modalità P permette di intervenire su varie altre regolazioni come il bilanciamento del bianco, la compensazione dell'esposizione, misurazione spot, foto macro ecc.Per esempio, un'apertura  f8 a 1/125 sec. produce un'immagine con una grande area a fuoco (grande profondità di campo) potendo anche bloccare un oggetto che si muove a bassa velocità, mentre un'apertura f2.8 ed un tempo di posa di 1/750 sec. provoca la sfocatura dello sfondo  (bassa profondità di campo) ma riesce a catturare soggetti in movimento veloce.

  • Priorità dei tempi di posa (S)
La priorità del tempo di posa è l'esatto opposto della priorità di apertura, lasciandoci la scelta del tempo di posa mentre la camera calcola la corrispondente apertura del diaframma. In questo modo possiamo scegliere se bloccare un soggetto   in movimento, o ottenere un soggetto sfocato con la scia. A seconda del tempo selezionato, l'immagine avrà una minore o maggiore profondità di campo in funzione dell'apertura adottata dalla camera.

  • Priorità di apertura (A)
Come dice il suo nome, questa modalità lascia al fotografo la scelta del diaframma, mentre la camera calcola il tempo di esposizione più adatto. Controllare l'apertura significa controllare la profondità di campo dell'immagine.La regola  è la seguente: grande apertura (basso valore f) = minore profondità di campo, piccola apertura (alto valore f), = grande profondità di campo.Naturalmente, poiché l'apertura determina la quantità di luce che entra nella camera  e raggiunge il sensore, occorre adattare la velocità dell'otturatore per ottenere la giusta esposizione per una data luminosità ambientale. Piccole aperture richiedono tempi lunghi, mentre grandi aperture richiedono alte velocità dell'otturatore.

  • Modalità Manuale (M)
Modalità Manuale significa pieno controllo, scelta manuale sia dell'apertura che della velocità di scatto, guidati dal sistema automatico di misurazione della luminosità ambientale per poter avere una corretta esposizione. Mentre tutti gli altri  parametri possono essere anche impostati manualmente, in Manualela compensazione dell'esposizione non è disponibile, lo stesso effetto può essere ottenuto con leggere variazioni dell'apertura o del tempo di esposizione. La modalità Manuale è particolarmente utile quando si usa un flash esterno perché viene assicurata la sincronizzazione, cioè si impostano tempi lunghi per assicurarsi che il diaframma sia aperto mentre il flash interviene. Questa modalità  è ideale per catturare fotografie di notte, o per ottenere effetti speciali come sovraesposizioni o sottoesposizioni.

© Fotorieti 2017  Tutti i diritti riservati




I contenuti di questo sito (testi, immagini ecc...) sono di proprietà intellettuale di FotoRieti e sono soggetti a ''Riproduzione Riservata'';quindi è vietata, ai sensi della Legge 633/41, la riproduzione anche parziale senza l'esplicita autorizzazione dell'autore.
Daniel R.
info@fotorieti.it
+39 3331325995
Torna ai contenuti